Bici green per le strade dell’Uganda

Kasama Noordin ha riunito alcuni suoi amici, con cui condivideva la passione per le 2 ruote, ed ha aperto a Kampala, nel cuore dell’Uganda, un laboratorio green in cui costruisce telai interamente in bambù per bici di ogni tipo.

La scelta di questo team dal cuore green è caduta sul bambù perché è un materiale facilmente reperibile, è infatti un prodotto a km zero, ecosostenibile e non impatta minimamente con l’ambiente a differenza dell’alluminio e dell’acciaio usato solitamente. Inoltre il bambù ha notevoli qualità da considerare: molto flessibile, elastico ma al contempo resistente, è in grado di smorzare le vibrazioni, soprattutto in caso di battistrada accidentato (questo è un elemento importante per le mountain bike). Queste caratteristiche fanno del bambù il miglior alleato del buon ciclista perché assicurano una guida fluida, morbida e confortevole.

Il procedimento di creazione del telaio è interamente hand-made e artigianale. Il telaio è assemblato con cura e perizia seguendo alcune modalità precise: il bambù viene prima trattato termicamente tramite affumicatura o usando una fiaccola a gas e dopo viene fissato, legato e successivamente incollato. Una volta montato sulla bici non ha bisogno di ulteriore manutenzione.

L’officina è anche un esempio di riscatto sociale in una delle zone più povere dell’Africa, Kasama Noordin crede infatti che con la grinta, la passione e tanto lavoro, la sua idea si diffonderà nel paese conquistando i cuori di altri intraprendenti amanti delle bici. Il sogno che vuole tramutare in realtà è che in futuro vengano aperte altre officine sparse per il suo amato continente.