Ecomondo 2018

Comincia oggi a Rimini l’edizione 2018 di Ecomondo, la fiera internazionale sulla green e circular economy nell’area euro-mediterranea. Un evento unico per discutere di ambiente, energia e sviluppo sostenibile. 

Diventato un appuntamento fisso per esperti del settore, aziende e istituzioni, Ecomondo è un’occasione di confronto e discussione sulla possibilità di un futuro migliore, in cui l’economia circolare possa sostituire la fallimentare economia lineare. Riciclo, riuso, ecosostenibilità e mobilità sostenibile sono le attività su cui puntare.

Le tematiche di Ecomondo 2018

Ecomondo è un grande contenitore di eventi e dibattiti, tutti incentrati su un futuro più green. Grazie ad esperti del settore, si approfondiranno numerosi temi, dalle novità legislative alla ricerca, dai nuovi prodotti industriali all’ecodesign, fino alle tecnologie 4.0. Ecomondo è inoltre un importante palcoscenico per aziende e istituzioni, che, oltre a discutere di riuso, riqualificazione del territorio e bioeconomia, potranno mostrare esperienze e storie di successo per creare un network virtuoso.

Ma è soprattutto l’economia circolare il tema principale di questa fiera. Secondo le stime della Comunità Europea, con l’abbandono dell’economia lineare i vantaggi sarebbero davvero notevoli: diminuzione dell’inquinamento e meno spreco di materie prime, aumento considerevole del PIL e molti più posti di lavoro.

Ecomondo ospita Key Energy

Ecomondo ospita KeyEnergy, il Salone dell’Energia e della Mobilità Sostenibile. A cominciare dai cambiamenti climatici, un tema che specie in questo periodo ci sta particolarmente a cuore, si parlerà di smart city, efficienza energetica, energie rinnovabili e e-mobility. Un focus per approfondire ancora di più le tematiche ambientali e le possibili soluzioni urbane per un futuro più green.

E l’Italia?

Non è un caso che l’Italia ospiti una fiera così importante: a dispetto delle polemiche e di quanto si possa pensare, il nostro paese è tra i primi in Europa quanto ad efficienza energetica, riciclo dei rifiuti e produttività delle risorse. Se guardiamo i numeri, possiamo essere più che soddisfatti dei nostri progressi ambientali:

  • 47 mln di tonnellate di rifiuti riciclati, con un risparmio energetico pari a 17 mln di tonnellate di petrolio;
  • impiego delle fonti alternative, specie del fotovoltaico, che copre l’8% del mix elettrico nazionale.