Toxic Toby: l’orsetto che monitora lo smog

Passeggiando per le vie di Londra potrete imbattervi in un simpatico peluche, dallo sguardo tenero, posizionato accanto a semafori, pali o cartelli stradali. Si tratta di Toxic Toby, un orsetto robotico creato da un team di creativi, capitanati da William Cottam, per monitorare in tempo reale la percentuale di polveri sottili presenti nell’aria. 

Collegato con il sito web Breezometer, che controlla la qualità dell’aria, Toxic Toby reagisce quando i livelli di polveri sottili consentiti vengono superati, muovendosi e tossendo avvisando così chi si trova nelle vicinanze.

Questo progetto sostiene il disegno di legge “Clean Air Bill” che intende includere il diritto all’aria pulita tra quelli garantiti dalla legislazione del Regno Unito, ed ha suscitato non solo l’interesse dei media diventando virale sui social ma anche dell’intera cittadinanza londinese. Il successo di questa iniziativa porterà Toxic toby a viaggiare: è infatti previsto che tra qualche tempo sarà utilizzato anche a Parigi, Roma e Milano per giungere infine in America nel 2019.

La lotta allo smog ogni anno miete molte vittime, un tenero orsetto posizionato nei vari angoli della città può fare la differenza.