Shaun the Sheep diventa un videogioco green

La pecorella Shaun, beniamina dei più piccoli, è da oggi al servizio dell’ambiente. Nasce da un progetto internazionale voluto dalla Commissione Europea, il videogioco interattivo di “Shaun the Sheep”, la simpatica pecorella amica del verde. 

Destinato a bimbi di tutte le età, questo gioco svolge la sua funzione pedagogica in maniera eccellente, facendo conoscere ai piccoli cittadini del futuro le problematiche ambientali in maniera allegra e simpatica. Il gioco dunque visto non solo come momento ludico e di svago, ma anche come apprendimento sostenibile produce effetti molto positivi nei bambini.

Nel videogioco vengono esaminati diversi aspetti dell’ecologia come energia, cibo, trasporti e risorse naturali, in maniera semplice, comprensibile e diretta. Le tematiche affrontate con un sorriso, rimangono più impresse e i bimbi partecipano più attivamente. Le mission che l’ostinata pecorella deve affrontare, durante i vari games, sono le più diverse: dal salvare le coccinelle dall’uso smodato di pericolosi pesticidi, ad aiutare la fattoria da un’improvvisa crisi energetica, o l’assistenza ai poveri randagi in difficoltà.

Possiamo dire in conclusione che Aardman, il creatore di questo videogioco, ha fatto centro, offrendo ai bimbi un modo simpatico e creativo di salvaguardare il pianeta.