Bee Saving Paper: l’energy drink per le api

Le simpatiche api, insetti utilissimi per la salute del pianeta, sono da tempo in difficoltà. I pesticidi tossici e troppo aggressivi, i bruschi cambiamenti climatici dovuti all’inquinamento e la distruzione del loro habitat da parte dell’uomo, sono tutte cause che stanno decimando la popolazione di questi magnifici animaletti. 

L’importanza delle api per il nostro ecosistema non va sottovalutata, è infatti solo grazie a loro che il 90% delle piante selvatiche esistono.

Una giovane start up polacca ha ideato un materiale totally green e biodegradabile, impregnato di glucosio con su uno sciroppo molto nutriente capace di sfamare migliaia di api con piccolissime quantità. L’idea è rifocillare le piccole api durante le lunghe distanze che devono percorrere volando, per impollinare più piante possibili.

Un vero energy drink, insomma, per le stanche apine che il più delle volte non riescono ad arrivare mai a destinazione, morendo durante il volo.

Partendo da questo materiale nuovo, esperti apicoltori e maestri artigiani hanno collaborato per creare una carta speciale, la Bee Saving Paper: ricoperta da glucosio, piccoli semi di piante mellifere e un sottile strato di vernice UV a base d’acqua.

I semi sono di facelia e quando l’ape si avvicina per nutrirsi li porta via con sé, per poi disseminarli nell’ambiente in modo tale che in futuro cresceranno altri esemplari di questa pianta. È un ciclo che permetterà alle api il sostentamento non solo oggi ma anche nel futuro.

Per adesso il progetto è in fase sperimentale ma si sono osservati risultati molto soddisfacenti e si pensa di poter utilizzare la carta anche per creare bicchieri, piatti e sacchetti così da dare una mano alla ripopolazione degli alveari.