Turchia: stop al randagismo

Incrociare lo sguardo di un cane abbandonato può farti capire l’importanza di risolvere il problema del randagismo, che affligge molte città. 

Salvare i cani in difficoltà è la missione di associazioni di volontariato che si occupano di animali, ma da oggi anche tu puoi fare qualcosa di concreto per un amico a quattro zampe più sfortunato.

In Turchia, ad Istanbul, da tempo è in azione una Recycle Vending Machine che eroga cibo per cani e gatti, in cambio di bottiglie di plastica. Funziona così: c’è un’apertura superiore in cui riporre le bottiglie di plastica ed una inferiore da cui viene erogato il cibo e dell’acqua per il randagio. Interamente alimentato da energia solare, questo distributore intelligente è un ottimo esempio di come, con un po’ di ingegno, si possano trovare soluzioni innovative per problemi come l’inquinamento e il randagismo.

Salvare i cani senza casa è un’esigenza molto sentita dai cittadini e in questo nuovo modo non solo si tutela l’ambiente e gli animali, ma si compie anche una scelta etica che consente di diminuire sensibilmente gli esemplari da abbattere.

In Turchia, tra cani e gatti, i randagi hanno raggiunto un numero molto preoccupante, quasi 150.000, e questa idea innovativa permette, se non di risolvere del tutto il problema, almeno di evitare che cani affamati, potenzialmente pericolosi, girino per le vie della città.

Molto importante è anche il ruolo di campagne di sensibilizzazione, organizzate dal governo e dallo stato, dirette ai cittadini per aumentare le vaccinazioni e le sterilizzazioni degli animali. Con un approccio più consapevole è possibile, nel tempo, venire a capo di quella che è diventata negli ultimi anni una vera e propria emergenza in molti paesi. In Italia questi distributori arriveranno presto, e anche tu potrai donare una ciotola di cibo ad un cane in difficoltà.