Green paints, le pitture di origine vegetale

Dal mondo dell’edilizia ecosostenibile ecco un’interessante novità: le green paints, pitture di origine interamente vegetale. 

Al posto dei pigmenti tradizionali, presenti nelle vernici da interni usuali, le green paints possono vantare, al loro interno, microparticelle in bioplastica, realizzate in laboratorio. La materia prima derivante dagli scarti di amido di mais, cacao o arancia (provenienti dalla lavorazione dell’industria agroalimentare) viene in un secondo momento trasformata in laboratorio, dopo un procedimento altamente tecnologico.

Gli scarti, il cui smaltimento sarebbe costoso e poco redditizio, entrano quindi nuovamente a far parte del ciclo di vita del prodotto diventando nuovi biocompositi polimerici ecocompatibili, molto particolari e versatili, il che li rende utilizzabili in vari campi di applicazione.404

Questo nuovo brevetto, frutto di studi approfonditi e di ricerca, è stato proposto dal gruppo Boero insieme all’Istituto Italiano di Tecnologia, nell’ambito di una economia circolare ideale in cui i materiali vengono recuperati e rigenerati, per tornare a nuova vita.

Al momento il progetto è in fase sperimentale, si auspica che a breve possa far breccia nella grande distribuzione per offrire al pubblico un nuovo tipo di pittura da interno più sostenibile, meno inquinante e più green.