Bubbles: le spider che volano sull’acqua

Avete mai sognato di trovarvi in una bolla e viaggiare sull’acqua? Da oggi questo desiderio fanciullesco, da film di fantascienza anni ’90, è realtà: grazie ad una startup francese, sarà possibile vedere nei nostri porti i Bubbles, “una specie di spider per viaggiare volando sul mare”.

Nati dall’idea di Anders Bringdal e Alain Thebault, fondatori della startup SeaBubbles, questi aliscafi 100% elettrici strizzano un occhio non solo al settore navale, ma anche e soprattutto al mondo dell’automobile.

Bubbles: le caratteristiche tecniche

Cominciamo dal design. I Bubbles, molto simili a piccole spider, hanno un abitacolo da 5 posti, disposti a salottino, per garantire comodità e un’esperienza unica, da condividere con amici e famiglia. Possono essere sia scoperti che dotati di copertura. Gli interni, invece, si ispirano, sia per i materiali che per il design, al mondo dell’auto.

Per quanto riguarda la tecnologia utilizzata, gli ingegneri hanno sfruttato principalmente quella del settore navale: il sistema di propulsione, il sistema idraulico e un design idrodinamico consentono alla bolla di sollevarsi sul pelo dell’acqua con facilità, viaggiare in maniera stabile e infine attraccare al pontile. Il sistema Fly by Wire, usato per la costruzione degli aerei, permette invece di misurare l’altezza del mezzo rispetto all’acqua e controllarne l’ondeggiamento, grazie a particolari sensori controllati e gestiti da un pc. Il risultato è un viaggio sicuro, rilassante ed emozionante.

Guardiamo infine le componenti. I Bubbles sono costituiti da 3 parti:

  • Il Bubble: è l’aliscafo, totally green ed elettrico.
  • Il Dock: è il pontile galleggiante dove ricaricare i Bubbles. L’energia impiegata deriva da fonti rinnovabili, come pannelli fotovoltaici, impianti eolici o idroelettrici, sfruttando appieno le caratteristiche morfologiche e fisiche del territorio.
  • L’app: attraverso un’applicazione ad hoc, si potrà prenotare il proprio Bubble tra quelli disponibili.

I Bubbles sono ideali per fiumi e laghi, dove le acque costantemente calme assicurano una performance eccellente. Raggiungono una velocità massima di 10 Km/h e attualmente costano introno ai 100mila euro.

I Bubbles e l’ambiente

La sostenibilità è la chiave vincente di questo progetto. Dietro la creazione dei Bubbles c’è una chiara visione del futuro e delle città, in cui sarà possibile camminare lungo fiumi e laghi respirando aria pulita. Una città in cui si sceglieranno questi piccoli, veloci e comodi aliscafi per gli spostamenti, riducendo al massimo il traffico, l’inquinamento acustico e l’emissione di CO2. Come nel passato, inoltre, sarà possibile sfruttare appieno le strade liquide, percorsi da tempo dimenticati.

Ma non solo: i Bubbles stessi sono 100% elettrici, ricaricati con energia ricavata dalle fonti alternative. Ogni territorio potrà sfruttare le proprie risorse naturali caratteristiche, l’acqua, il sole o il vento, e trasformarle in nuova energia.

Non è un caso che il motto della SeaBubble sia “Zero rumore, zero onde, zero emissioni”. L’obiettivo della startup, nei prossimi 5 anni, è installare il sistema in 50 città e integrarlo nel trasporto urbano. Fare in modo, insomma, che il loro utilizzo diventi parte della nostra quotidianità.