Re Tuna: lo shopping svedese ecofriendly

In Svezia, paese da sempre attento alle tematiche ambientali, da un paio di anni si sta facendo strada nelle coscienze dei consumatori una nuova idea di shopping: si ha sempre più voglia di un consumo critico, di uno shopping intelligente ed climate-friendly.

Sull’onda di questo nuovo sentimento e coadiuvato dalle nuove proposte di legge sul riuso, il primo centro commerciale al mondo che vende solo prodotti riciclati fa il pienone. Sorto alle porte di Eskiltuna, nel 2015, il Re Tuna Aterbruks galleria è il regno del riciclo e del riuso.

I clienti possono lasciare gli oggetti che non usano più, dei generi più vari, in appositi depositi. Dopo un serio controllo da parte degli addetti, in una prima cernita, verranno riparati e risistemati e poi torneranno sugli scaffali per essere venduti. Avranno dunque una seconda vita e questo comporterà una diminuzione della quantità di rifiuti e delle emissioni per produrre beni.

Questo centro commerciale è gestito da un’azienda municipale ed ospita ben 14 negozi, creati da imprese private o sociali e start-up dell’artigianato, un ristorante che offre piatti buonissimi e biologici, e un’area didattica dove si tengono conferenze, workshop e giornate tematiche sull’importanza del commercio sostenibile e la salvaguardia del pianeta grazie al riciclo e al riuso.

Dal punto di vista finanziario, questo esperimento di economia circolare ha dato risultati molto positivi ed incoraggianti: solo nel 2016 infatti sono stati ben 8 i milioni di corone svedesi (pari a quasi 830.000 euro) incassati, senza contare inoltre i nuovi 50 posti di lavoro creati.