Costa Rica: un esperimento totally green

Se pensate che diminuire l’uso di combustibili fossili non sia possibile, pensate per un attimo al Costa Rica. Questo piccolo Paese del Centro America è l’esempio concreto che un’intera nazione di ben 5 milioni di abitanti, può essere alimentata solo con energie rinnovabili.

Da un anno a questa parte, il Costa Rica ha deciso di utilizzare esclusivamente energia derivata da fonti alternative. Questo progetto all’inizio sembrava quasi un’utopia ma si è trasformato presto in realtà e, per 300 giorni, l’energia è stata prodotta da fonti idroelettriche, dall’eolico, dal geotermico, dal solare e dalle biomasse.

Un anno, il 2017, dal sapore del tutto green, in cui hanno lavorato a pieno regime pannelli solari, turbine eoliche e impianti idroelettrici per far sì che il Costa Rica avesse un impatto bassissimo sull’ambiente e sulla salute del pianeta.

L’Istituto Costarricense de Electricidad, l’ente pubblico che gestisce la rete nazionale, ha rilevato la più alta produzione di energie rinnovabili da 30 anni a questa parte, facendo del Costa Rica la migliore nazione energia green oriented dell’anno.

Ma non finisce qui. Questo paese virtuoso ha in mente di perfezionarsi e puntare solo sull’energia green al 100% entro il 2021. Inoltre ha intenzione, grazie ad incentivi economici e sgravi fiscali, di diminuire sensibilmente le emissioni di CO2 utilizzando biocarburanti per gli aerei e proponendo sul mercato auto elettriche.

L’esempio meritevole del Costa Rica fa ben sperare: l’obiettivo di accantonare per sempre combustibili nocivi per l’ambiente e la salute non è solo un sogno ma è un obiettivo raggiungibile. Sta a noi darci da fare per realizzarlo!